Orval Trappist Ale

Orval Trappist Ale

La Orval viene definita la Regina delle Trappiste e bevendola si capisce subito il motivo. Aromi fruttati e speziati sono sapientemente bilanciati, il bocca è morbida e ricca, anche in questo caso le note fruttate (banana,susine,prugne) non sovrastano le speziate (coriandolo,pepe) creando un armonioso mix di sapori.
Un primo istante di amaro viene lentamente sovrastato da un lungo finale dove emerge l'amabilità di questa birra lasciandoci in bocca delle note quasi dolci di zucchero.

Birra Orval, storia e curiosità:

Difficile in poche righe racchiudere la storia di questo birrificio millenario, la Orval come la beviamo adesso è stata prodotta nel 1931 ma le origini del Monastero risalgono al 1070.
Nell'etichetta della Orval viene raffigurata una Trota con un anello in bocca, questa scena rappresenta la Leggenda di come è nato il Monastero in tempi non precisati.
Si narra che la Contessa Matilde di Canossa seduta sulle rive della sorgente perse inavvertitamente il proprio anello nuziale. Disperata pregò incessantemente e dall'acqua emerse questa Trota con il suo anello. La Contessa entusiasta dell'accaduto descrisse questo posto come "La val d'or" , la valle dell'oro che divenne poi Orval.
In questa "Valle d'oro" sorge il Monastero Orval, un'autentica meraviglia architettonica. Una meta indispensabile per tutti gli appassionati di birra.

Abbinamenti birra Orval trappist ale cibo:

Primi piatti di pesce, carni bianche, rosse e  formaggi freschi.

Gradi alcolici